AUTISMO, DIETA PROTEICA AIUTA CONTRO LE CONVULSIONI

(AGI) - Washington, 3 giu. - La dieta chetogenica e altri trattamenti non farmacologici delle convulsioni legate all'autismo sono efficaci e hanno meno effetti collaterali dei farmaci. Lo suggerisce uno studio effettuato su 733 genitori i cui figli hanno questo problema. I risultati sono stati pubblicati dalla rivista Bmc Pediatrics. Nello studio sono stati confrontati 25 metodi tradizionali e 20 non tradizionali per le convulsioni, valutando sia la gravita' delle convulsioni che gli effetti sui sintomi dell'autismo. In linea generale e' emerso che i farmaci antiepilettici riducono le convulsioni ma peggiorano alcuni problemi legati alla malattia come il sonno e la comunicazione, fatta eccezione per quattro medicinali, l'acido valproico, il lamotrigine, il levetiracetam e l'etosuximide, che invece hanno effetti collaterali minori.
  Altri farmaci non antiepilettici usati nelle terapie migliorano alcuni sintomi ma agiscono con meno efficacia sulla frequenza e la gravita' degli attacchi. Buoni risultati si ottengono invece con altri trattamenti, in particolare la dieta chetogenica, che secondo i genitori intervistati riduce la severita' degli attacchi e non peggiora gli altri sintomi. ''Servono ulteriori studi - hanno sottolineato gli esperti - ma sembra che le diete possano essere usate almeno come terapia di supporto in questi casi''.

Scrivi commento

Commenti: 0