Dieta acido-base e dolori articolari

Da un interessante studio si è riscontrato che la l' iperuricemia, in particolare la gotta, e la risposta infiammatoria immunitaria sono altamente integrati. Entrambe, l’ iperuricemia di lunga data e la deposizione di cristalli di uranio monosodico (MSU) possono sfidare l'omeostasi del tendine a causa del loro potenziale di causare infiammazione. La conoscenza sta emergendo dalla ricerca di imaging clinico che descrive dove si depositano i cristalli di MSU, inclusi tendini rotulea, tricipiti e tendini del quadricipite. Sorprendentemente, l'infiammazione e il danno del tendine subclinico sono presenti anche nell'iperuricemia asintomatica. I cristalli di urato di monosodio agiscono come pattern molecolari attivanti il pericolo (DAMP), attivando l'inflammasoma e inducendo la secrezione di IL-1beta, un mediatore chiave della risposta infiammatoria. Il ruolo cruciale di IL-1beta nel guidare gli eventi infiammatori durante gli attacchi di gotta è supportato dall'efficacia clinica del blocco di IL-1beta. Esistono alcuni dati che inducono l'IL-1beta come iniziatore della tendinopatia, ma il legame tra iperuricemia e lo sviluppo di tendinopatia rimane da validare. Ulteriori conoscenze sulle interazioni di acido urico con entrambe le cellule immunitarie e dei tendini innate e le loro conseguenze possono aiutare a determinare se esiste una sottoclasse di iperuricemia-tendinopatia. Queste sintomatologie possono anche essere maggiormente sviluppate in quei soggetti che hanno dieta iperproteica, che determina una acidosi metabolica, a livello delle articolazioni e tendini più esposti a logorio.

Riducendo i zuccheri semplici è l' eccesso di proteine aumentando le fibre come verdura e frutta acidula è possibile ridurre al infiammazione con una riduzione del dolore.

 

https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/27535254